Ricottura di Globulizzazione

Al termine dell'incrudimento (dovuto alla laminazione a freddo) il materiale è molto duro, quindi si effettua una ricottura per migliorare le proprietà meccaniche.

Il nostro processo di ricottura, in forni statici a campana con atmosfera controllata, comporta generalmente una permanenza prolungata ad una temperatura prossima ad Ac1 con eventuali oscillazioni intorno a tale temperatura, allo scopo di provocare la globulizzazione dei carburi precipitati.

Il processo di globulizzazione migliora le proprietà meccaniche in quanto riduce la fragilità del materiale; inoltre, come conseguenza, si ha un netto incremento dell'allungamento e un abbassamento della resistenza meccanica.

La ricottura può essere realizzata anche in atmosfera al 100% H2 con diversi vantaggi rispetto ad una ricottura tradizionale, tra cui:

Miglior uniformità della temperatura in tutta la pila, che è la premessa per una buona omogeneità delle caratteristiche meccaniche;

L'atmosfera di H2 attorno alla carica consente una buona evaporazione dell’emulsione che rimane sul nastro dopo la laminazione, il che si traduce in una bassa contaminazione da carbonio ed una eccellente pulitura.

 

Continua con Skinpassatura